Dove mangiare ( veg ) a Torino in 24 ore


Eccomi qui, dopo tanti post di viaggi, a parlare di cibo. Non mi sposto molto, a dire la verità: resto in Piemonte per portarvi nuovamente a Torino. Qui in un post vi avevo raccontato cosa c'è da fare in quella che, a mio modesto avviso, è una delle città più belle del mondo. Vi ho fatto fare un giro in centro, abbiamo visitato qualche museo e fatto un po' di shopping ma, soprattutto, trattandosi di un blog che parla principalmente di cibo e di veganismo, siamo andati a mangiare qualcosa.
Ora, dopo aver visto il post di Mariachiara, che ci consiglia la sua 24 ore mangereccia ideale a Torino, mi è venuto in mente di scriverne uno analogo, ovviamente in chiave vegana. Peraltro, rispetto all'ultimo aggiornamento dell'articolo di cui vi ho parlato prima, alcune cose sono cambiate: dei locali hanno chiuso, altri hanno aperto....pochi sono rimasti intatti e fedeli a se stessi, ed il Covid ha fatto certamente la sua parte.
Ma non vado oltre: passo subito a raccontarvi la giornata ideale a Torino, dalla colazione alla cena, merende comprese ( per il dopocena attendo consigli dai Torinesi doc).
Qualche nota prima di incominciare.
- La prima, la più importante, è che non sono da sola in questo post. Essendo io astigiana, ho pensato di chiedere ad una torinese doc ( vegana! ) di darmi una mano nello stilare la lista dei locali: Mariangela, conosciuta ai più come Il giardino di Marie su Instagram ( qui, invece, il suo blog ).
Un'amica e collega, oltre che preparatissima sul veganismo e sulla moda sostenibile. 
Grazie per aver collaborato, Mariangela!
- La seconda nota è che i locali di cui vi parlerò sono per lo più vegani, ma non solo. Non vivendo ancora in un mondo totalmente veg ( sigh!), non sempre un vegano riesce a trovare ristoranti e locali 100 % cruelty free. Fortunatamente, però, alternative vegane si trovano un po' ovunque, e molti locali offrono alternative vegan friendly, così da poter ospitare onnivori e vegani senza distinzioni.
- La terza nota è che questa non è una classifica: vi consiglierò alcuni dei miei posti del cuore ( o quello di Mariangela ), senza la pretesa che siano i migliori di Torino o i più apprezzati da tutti. 
Fatte queste premesse, direi di incominciare dal primo pasto della giornata.
P.S. la V accanto al nome del locale indica se è Vegano 100% oppure no

COLAZIONE

Salvo rari casi, una o due brioches vegane e delle bevande vegetali li troverete in tutti i bar. Tuttavia qui vi voglio segnalare delle chicche, dei posticini dove fare una colazione un po' diversa e vegan friendly. Come dirò nel post, tuttavia, molti dei locali segnalati aprono non proprio ad orario di colazione ( alle 10!!!): o resistete fino a quell'ora, oppure li provate per una seconda ricca colazione. P.S. quasi tutti sono aperti anche per merenda.
  • Efrem gourmet boutique and finest bar ( V ): a due passi da Piazza Rivoli, questo è il posto giusto per brioche goduriose che grondano crema, pasticcini, tortine ma anche burger e piatti per un pranzo veloce. Ah, dimenticavo: tutto è rigorosamente vegano. Nota positivissima è che apre presto, al mattino, così che effettivamente potrebbe diventare il posto preferito per la colazione ( c'è qualcuno che la fa dopo le otto, per caso????). Se vi piacciono i dolci un po' zozzoni, belli e buonissimi, dovete provarlo.
  • Ratatouille ( V ) : altro posticino dove fare colazione ma, aprendo alle dieci, io lo metterei tra i luoghi per la merenda. Quindi ne parliamo dopo....
  • La colazione di Sara: in San Salvario, questo è un piccolo e delizioso laboratorio portato avanti da Sara e da suo marito. Qui non troverete le classiche brioches, ma tortini fatti in casa, bicchierini golosi, biscotti e cookies preparati con farine integrali. Non tutto è vegano ( anche se un buon 80% dei prodotti lo è ) ma chiedete a Sara e vi saprà consigliare per il meglio. Adatto anche a persone con intolleranze ( ma chiedete sempre! ). Non fa servizio al tavolo, ma potrete comunque riscaldarvi con the e caffè. Bonus: localino delizioso, molto shabby chic

  • Costa Lab: davanti alla Rinascente, Costa si fa notare per la bellezza degli interni e per l'attenzione al caffè. Ve lo segnalo per la comodità rispetto al centro e anche perché due o tre tipologie di cornetti vegani ci sono sempre, così come c'è sempre il latte vegetale per macchiare i vostri caffè. Perfetto anche per lavorare.


  • Cereal's queen: questo non l'ho mai provato ( ancora! ) ma è sicuramente un'alternativa da tenere presente se non volete fare colazione con cornetto e cappuccino ma, come me, preferite i cereali. Praticamente vi componete la bowl come preferite, scegliendo tra i cereali esposti, aggiungete la bevanda del cuore e il topping. Ovviamente, mi dicono, ci sono molte opzioni per i vegani: cereali, bevande vegetali di vario tipo, burro di arachidi, frutta secca. Sicuramente da provare. E' in Corso Regina e apre alle 9.
PRANZO

Premetto che per me il pranzo dev'essere una cosa veloce: non fast food inteso come "cibo spazzatura" ma sicuramente "fast" e senza troppe pretese. Attribuisco molta più importanza alla cena, ragion per cui lascio i locali più belli e slow per dopo, mentre qui parliamo di qualcosa di  veloce ed easy. Tuttavia, per una coccola domenicale o un pranzo un po' più lezioso, potete prendere spunto da quelli che vi consiglierò dopo, dato che tutti sono aperti anche a pranzo.
  • L'Orto Cafè ( V ): quante volte vi ho parlato di Edu e dei due locali che gestisce? Questo ha riaperto da poco, è in via San Dalmazzo, e propone alternative 100% veg dalla colazione alla merenda. Io ve lo consiglio per una pausa pranzo veloce in pieno centro. Durante il week end propone una pratica formula brunch.
  • Poke house di Piazza Carlina: le pokè stanno andando alla grande. Per chi non lo sapesse, sono delle bowl composte, sul momento, da un cereale, delle proteine, verdure, topping e salse. Poke house di Piazza Carlina è molto teen e instagrammabile ma, per quanto qui ci interessa, si mangia anche bene. Le alternative veg sono molte: a parte i cereali e le verdure, hanno anche legumi e fonti proteiche più complesse come tofu, seitan e un "finto pollo". Simpatico ed easy.

  • Poor-manger: la patata più famosa di Torino. Personalmente non amo questo genere di piatto ( una mega patata farcita con la qualunque ), ma Giorgio qualche volta ha provato e ha apprezzato. Fila lunghissima, quindi armatevi di santa pazienza. Un vegano trova due/tre alternative: una patata ripiena e qualche antipasto, tra cui l'hummus. Forse non l'alternativa più veg che potrete trovare in città, ma dato che questo locale è diventato famosissimo in tutta Italia, è giusto sapere che qualcosa di cruelty free c'è.
  • Sinbad: kebabbaro abbastanza simile, esteriormente, agli altri mille kebabbari di Torino, ma con una marcia in più. Oltre ai soliti kebab di carne :( propone un intero menù di specialità mediorientali, di cui molte vegane/vegetariane. Io adoro i loro falafel di fave ( la moglie del proprietario, proprio con i falafel, ha vinto una puntata di Cuochi d'Italia! ), l'hummus, il full di fave....segnalo anche le foglie di vite ripiene, il cous cous di verdure, la zuppa di lenticchie. Molto buono il "piatto vegetariano" ( che in realtà è vegano ) che comprende un po' di tutto. E' in Via Milano ed è davvero cheap. Se siete "ruspanti" e vi piacciono i locali molto umili, avanti...
  • Matsurika di Tokyo: preferite la cucina giapponese? Perfetto, questo è il posto giusto. Vi avviso che non troverete il sushi, ma piatti meno conosciuti come domburi, zuppa di miso, onigiri....Il locale non è vegano, ma molti piatti lo sono ( i gyoiza, il domburi con tempura di verdure, la zuppa di miso, le alghe...sono tutti segnati in un menù apposito). E' molto piccolo, quindi prenotate. La proprietaria, di Tokyo, è gentilissima e vi saprà consigliare per il meglio.
  • Vanverburger ( recensione di Mariangela ) ( V ): un furgoncino itinerante dove potrete trovare Burger vegetali fatti in casa (anche il pane è fatto da loro), stuzzichini come patate al forno e pannocchie grigliate e anche un dolcino, sempre vegetale, preparato da La Colazione di Sara o da Tauer Bakery. Per conoscere le loro tappe settimanali e il loro menu che, essendo stagionale, varia di continuo, vi consiglio di seguirli su Instagram.
  • Idem con patate ( recensione di Mariangela ): nel cuore del centro storico di Torino ha aperto da alcuni mesi un bistrot dove potrete fermarvi per fare colazione, per gustare un brunch o per pranzo. Il menu è quasi interamente vegetale, creato con ingredienti di stagione e km0. La scelta è molto ampia e il locale benché piccino ha diversi posti a sedere all'interno. Sul loro sito trovate il menu aggiornato della settimana, fatevi ispirare.
  • Flower burger ( V ): non è un'esclusiva torinese, in quanto c'è un po' in tutta Italia, ma se volete un fast food molto green e molto colorato, con panini diversi dal solito, questo è il posto che fa per voi.
  • Segnalo anche, pur non avendoli mai provati, o essendoci stata tanto tempo fa: Oh Crispa ( street food cinese con alcune alternative veg ), Il baracchino itinerante, Selezione naturale, Give me veg ( il bistrot di Antonio Chiodi Latini ), Mezzaluna bio ( uno dei primi ristoranti vegani di Torino ).
MERENDA

Metto qui, senza distinzioni, merenda e gelato anche se sulle gelaterie torinesi bisognerebbe aprire un capitolo a parte. Come già detto sopra, alcuni dei locali aprono anche in tarda mattinata, quindi volendo vanno bene anche per una seconda colazione.
  • Ratatouille vegan food ( V ): aperto dalla mattina fino a sera, lo vedo bene soprattutto per la merenda, dolce o salata che sia. Qui troverete pizza, torte, biscotti, bevande, gelati..tutto vegano ed autoprodotto. Volendo potete acquistare anche prodotti freschi o surgelati. Sotto Natale e Pasqua sforna panettoni, pandori e colombe 100 % vegan. Aperto anche a pranzo e cena. Per chi non teme la "dieta".
  • Tauer Bakery: altro posticino delizioso specializzato in cupcakes e cookies. Non è interamente vegano, ma le alternative veg  ( sia cookies che cupcakes ) ci sono e sono semplicemente deliziose. E' in zona San Salvario ( ma sembra di essere a New York ) e ha pochi posticini: armatevi di santa pazienza perchè vale la pena. Disponibili anche box a tema.
  • Kintsugi: un angolo di Giappone a Torino, con una selezione da brivido di the e bevande e qualche dolcetto, sia più tradizionale ( wagashi) sia a tema più libero. Non tutti i dolcetti sono vegani, ma alcuni sì ( come il banana bread, il chia pudding, alcuni mochi e i cookies ). Pazzesca la selezione di the giapponesi e cinesi. Prezzi medio alti.
  • Il Gelato amico ( V ): una gelateria interamente vegana, con gusti classici e fantasiosi. Oltre al gelato ed alla cioccolata calda, il GA vende anche cioccolato spalmabili e biscottini home made. Un paradiso per i vegani ( ma non solo! ). Consigliatissimo.
  • Vanilla cream and fruits: questa è la mia gelateria del cuore, a due passi da Piazza Castello. Conosco Bruno da una vita e vi posso assicurare che è una delle poche gelaterie al mondo ( per quello che ho frequentato ) ove la passione e l'artigianalità si sentono forti e chiare. Non è interamente vegana, ma le opzioni veg ci sono sempre ( tutta la frutta, e tre gusti alle creme ). Buone anche le granite siciliane, tutte vegane. Consigliatissimo dal mio cuore.
  • Segnalo anche: Torteria Barlicabarbis ( la scelta veg non è ampissima, ma il locale è carino ), Mara dei Boschi ( per caffè e gelati, tra cui il Marotto senza latte e senza uova ), Il Bicerin ( locale storico in Piazza della Consolata: la cioccolata, con ricetta tradizionale, è veg!).
CENA

Come ultimo pasto della giornata, vi segnalo i locali a me più cari...quelli dove fare bella figura, insomma! Se vi interessano per pranzo, guardate i loro menù on line, o chiamateli, perchè i piatti potrebbero essere diversi rispetto alla cena.
  • Antonio Chiodi Latini ( V ): e qui si punta all'eccellenza, signori. Da Antonio Chiodi Latini si degusta l'alta cucina vegetale, quindi definirlo "ristorante vegano" è riduttivo. Lui non usa tofu e tempeh, non vi incanterà con "carne che non è carne", ma esalta la verdura stagionale. Cosa che sembra facile a dirsi ma molto difficile a farsi, soprattutto a questi livelli. C'è tanto studio, tanta ricerca, nessuna improvvisazione. Fatevi guidare dai sapori e dagli odori delle creazioni dello chef e vivrete un'emozione che difficilmente dimenticherete. Scegliete il menù completo e chiudete gli occhi. Non è un posto per tutti i giorni, ma per un'occasione speciale. Fornita anche la carta dei vini. Consigliato al 100 %. Prezzi abbastanza ( e giustamente ) alti

  • The soul kitchen ( V ): dopo un anno e mezzo di chiusura, finalmente ha riaperto e sono felicissima. Altro locale che vi consiglio per un'occasione speciale, perchè qui si vola alto. Lo chef è creativo, gioca, azzarda ed il risultato è sempre a livelli altissimi. Da quando ha riaperto, vi dirò, secondo me ha toccato il massimo. La cucina di The soul kitchen è vegana e crudista, eseguita magistralmente e con abbinamenti ricercati e particolari. C'è tanto studio, e si sente. Bello anche il locale. Prezzi medio-alti, ma ne vale la pena ( consiglio del cuore: non fatevi scappare il loro dolce in carta da sempre: The Soul )

  • L'Orto già salsamentario ( V ): il ristorante del mio amico Edu è sempre una certezza. Cucina vegana e crudista che non delude mai e in cui puoi portare tutti, dal parente onnivoro convinto all'amico vegano navigato: tutti resteranno conquistati dalla sua cucina gustosa e allegra. Prezzi nella media e ambiente familiare. Bonus: il sorriso di Edu e la posizione splendida, a due passi dalla Gran Madre.
  • Cinta Rasa: unico ristorante indonesiano di Torino ( e forse d'Italia ), vi porterà in terre esotiche senza spostarvi da Via San Francesco. Cucina saporita ma leggera, grande uso della cottura a vapore, menù vasto e con una grande scelta di piatti vegani. Personale gentile e disponibile. Prezzi medi.

APERITIVO e DOPO CENA

  • Smile Tree ( recensione di Mariangela ): al quadrilatero romano, preparano cocktail e mocktails colorati e scenografici e un apericena abbastanza ricco tutto vegano

A OGNI ORA

E se avete già fatto colazione ma vi viene fame all'improvviso? Oppure siete di fretta e non avete tempo neppure per un pranzo veloce? ecco qui qualche consiglio volante

  • Tobias: ex Biobottega, da Tobias potrete fare la spesa ( è essenzialmente un negozio, che vende prodotti bio e vegani reperibili in ogni negozio bio ) , ma anche comprare il pane e fare colazione. Ah, già che ci siete potete anche pensare alla cena e fornirvi nella gastronomia. Il reparto pane è spettacolare, e anche il bar è ben fornito: due o tre cornetti vegani ci sono sempre, così come sono disponibili bevande vegetali e biscottini. Nota positiva: il personale è gentilissimo!
  • Mercato di Porta Palazzo: definito giustamente uno dei mercati più grandi d'Europa, questo è il posto giusto per acquistare frutta e verdura, pane e focaccia, frutta secca.
Questo è quanto. Sicuramente ho dimenticato molti locali, oppure ne ho inseriti alcuni che qualcuno non gradirà. Nel mio piccolo, tuttavia, spero di avervi dato qualche consiglio utile ( e qualche indirizzo goloso!) nel caso in cui decidiate di passare qualche giorno a Torino.
Ringrazio Mariangela, che con pazienza ha accolto la mia proposta di collaborare a questo post e che ha speso un po' del suo tempo a pensare, scrivere e ascoltare vocali.
Ringrazio voi per aver letto il post e vi invito a segnalarmi altri localini veg a Torino e dintorni ( potete farlo qui, nei commenti, oppure su IG ).

Commenti

lea ha detto…
Interessantissimo post, con consigli utili e preziosi!
Francesca Quaglia ha detto…
Grazie! sono molto contenta che ti piaccia <3
Unknown ha detto…
😋😋😋
Francesca Quaglia ha detto…
Grazie utente sconosciuto....dove andiamo la prossima volta???